Acido Salicilico – il miglior esfoliante contro brufoli e punti neri: proprietà, utilizzo e prodotti

Mi sembra incredibile, ma finalmente posso dire di avere la pelle che ho sempre desiderato (o quasi!). A forza di prova ed errore – soprattutto errori – sono riuscita a raggiungere un buon controllo sull’acne comedonico con cui combatto da sempre e anche una luminosità che mi permette spesso di avere bisogno solo di qualche tocco di correttore qua e là, invece che un’intera maschera di fondotinta (anche se ho trovato formule talmente leggere e idratanti che sono un piacere da utilizzare). 

Il vero traguardo però è la vittoria sui pori ostruiti – punti neri e bianchi – che sono riuscita quasi a eliminare (o almeno a ridurre sensibilmente) grazie a uno dei migliori ingredienti in circolazione: l’Acido salicilico o BHA (Beta Hydroxy Acid)

In generale l’Acido salicilico è un beta idrossiacido cheratolitico (BHA), famoso per la sua capacità di levigare la pelle senza causare irritazioneridurre i batteri che causano l’acne e limitare la produzione di seboper prevenire le imperfezioni. Tutto questo perché è in grado di penetrare nei pori eliminando le impurità, il che lo rende perfetto anche nel prevenire la ricomparsa dei punti neri dopo una pulizia profonda del viso. Di solito si trova in detergenti e creme idratanti formulati per pelli inclini ai brufoli, così come nei trattamenti per l’acne. È un ingrediente favoloso e i cui risultati nella riduzione delle imperfezioni sono comprovati. 

Cosa è, come funziona e i suoi benefici

L’Acido Salicilico è una sostanza, identificata come ormone vegetale, prodotta in natura da alcune piante come meccanismo di difesa contro le aggressioni esterne. Può essere sintetizzato in laboratorio dall’albero di salice (Salix Alba), questo spiega come mai su alcuni prodotti lo si trova inserito come “estratto di corteccia di salice” o “willowbark extract”. Se ne trovano tracce anche in determinati alimenti, come alcuni tipi di frutta e verdura, erbe, spezie, tè e vino. 

In cosmetica, il BHA è efficace nell’ esfoliare lo strato superficiale della cute e nel penetrare nei pori liberandoli dai tappi cheratinici e dall’eccesso di sebo. Quest’ultima sua proprietà deriva dal fatto di essere olio solubile (a differenza degli AHA) e quindi di riuscire a penetrare follicoli dove avviene la produzione di sebo. È quindi perfetto per chi avesse la pelle mista/grassa e stesse cercando un principio attivo in grado di ridurre l’aspetto sia delle rughe, che delle imperfezioni (brufoli, punti neri, acne, milia…)

benefici per la pelle:

Cura l’acne e i pori ostruiti

A differenza degli AHA (Acido Glicolico, Mandelico, Lattico…), l’Acido Salicilico è, come dicevo, solubile in olio, il che gli permette di penetrare nei pori e liberarli dalle impurità e dall’accumulo di sebo/cellule morte.

Avendo spiccate proprietà anti-infiammatorie, anti batteriche e cheratolitiche, contrasta tutte le principali cause dell’acne e dei punti neri, il che lo rende uno dei migliori ingredienti per trattare questo tipo di problematiche. Da alcuni studi emerge come utilizzare pad (dischetti) esfolianti con concentrazioni di BHA dallo 0,5% al 2% ha un’efficacia addirittura superiore a quella del perossido di benzoile (es: Benzac, un famoso ingrediente anti-acne). Anche le formulazioni in crema sono estremamente valide, così come i peeling professionali: diversi studi mostrano come l’utilizzo di un peel al 30% di BHA ogni due settimane riduca sensibilmente le lesioni sia infiammatorie che non dell’acne (ovvero sia i brufoli infiammati, sia i semplici pori ostruiti), causando solo una minima irritazione e nessun cambiamento in termini di idratazione, pH e integrità della barriera cutanea. Detto ciò, sconsiglio vivamente a chi non ha mai utilizzato un esfoliante di cominciare dai peeling chimici, che sono più adatti alle pelli già abituate. Meglio cominciare con un pad esfoliante o un siero da applicare nelle zone dove si notano congestione e sfoghi. A fine articolo indicherò un paio di prodotti estremamente efficaci (e già provati) adatti a diversi tipi di pelle.

Tratta l’iperpigmentazione – ovvero elimina le macchie sul viso

Grazie alle proprietà esfolianti dello strato superficiale della pelle, l’Acido Salicilico si è mostrato efficace anche nel trattamento delle macchie cutanee, aiutando a uniformare il tono della pelle. Alcuni studi hanno mostrato come la combinazione di Acido Salicilico ed Ellagico porti risultati comparabili a una soluzione del 4% di idrochinone, un potente ingrediente inibitore della melanina che negli States è considerato il gold standard per il trattamento dell’iperpigmentazione (in UE, invece, è vietato già dal 2000. Il suo utilizzo come schiarente della pelle è al momento consentito solo se prescritto dal dermatologo sotto forma di preparazione galenica).

Il BHA si è mostrato adatto anche alle pelli più scure in quanto, a differenza degli AHA che possono causare eritema e in certe situazioni peggiorare la pigmentazione (l’infiammazione cutanea che provocano nelle pelli scure può provocare la PIH – Post Inflammatory Hyperpigmentation – ovvero l’ulteriore peggioramento della pigmentazione esistente o la creazione di nuove macchie dovute al processo infiammatorio), è in grado di trattare efficacemente questo disturbo senza causare ulteriore irritazione cutanea…se usato correttamente! 

Contrasta l’invecchiamento cutaneo

Photo by Lerone Pieters 

Alcuni studi minori mostrano come l’Acido Salicilico possa avere anche proprietà anti-rughe. Occorre sottolineare come questi effetti siano stati testati in modo meno esteso e la maggior parte dei test sia stata condotta su modelli animali. 

Per quanto riguarda gli studi sugli esseri umani, è emerso come un derivato dell’Acido Salicilico, il Sodium Salicylate, abbia spiccati effetti anti età. Questo composto, prodotto neutralizzando l’Acido Salicilico con il Sodium Hydroxide, si è mostrato efficace nel ridurre visibilmente le rughe e la texture irregolare della pelle senza causare irritazioni, il che lo rende un ingrediente adatto anche a chi avesse problemi di sensibilità.

Come ormai si sa, la protezione dai reggi UV è la migliore difesa contro l’invecchiamento precoce, che è ormai dimostrato essere causato per l’80% dai raggi solari. Il grande vantaggio dei BHA è quello di non causare fotosensibilità – sempre a differenza degli AHA – in quanto non aumenta la sensibilità della cute ai raggi UV e quindi le probabilità che questa si danneggi e di inibire la formazione di cellule “ustionate” dai raggi solari. Addirittura diverse ricerche hanno mostrato come l’Acido Salicilico sia in grado di prevenire la crescita di alcuni tumori della pelle grazie alla sua attività esfoliante, che gli permette di rimuovere le cellule danneggiate e potenzialmente cancerogene.  

Acido Salicilico e pH

È risaputo che alcuni principi attivi per poter penetrare l’epidermide ed essere efficaci hanno bisogno di essere formulati con un pH acido (basso, solitamente inferiore a 4). Gli acidi, in genere, rientrano in questa categoria, in particolare gli AHA e l’Acido Ascorbico Vitamina C). 

Per l’Acido Salicilico, invece, la storia è diversa. Diversi studi hanno evidenziato come le forme neutralizzate(con un pH più elevato e vicino a quello della pelle di 5.5) di questa sostanza hanno effetti comparabili alle formulazioni più acide, riducendo però sensibilmente il rischio di irritazione e non causando deterioramento della barriera cutanea.

Effetti collaterali dell’Acido Salicilico

Ok abbiamo assodato che l’Acido Salicilico è probabilmente uno dei migliori ingredienti utilizzati in cosmesi. Attenzione però a sottovalutare i potenziali effetti collaterali…rimane pur sempre un acido!Infatti il BHA se utilizzato in maniera non corretta o troppo di frequente può essere potenzialmente irritante, andando a ledere la barriera cutanea. Quest’ultima – anche detta film idrolipidico o mantello acido – è quel velo protettivo che ricopre lo strato superficiale della pelle e composto da lipidi prodotti dalle ghiandole sebacee (principalmente trigliceridi) e da quelli di derivazione epidermica – sfingolipidi, acidi grassi, colesterolo – emulsionati con il sudore e l’acqua transepidermica. Inoltre, quando la barriera cutanea risulta compromessa, aumenta l’assorbimento dell’Acido Salicilico il che lo rende ancora più irritante.

Ergo: non utilizzare gli acidi sulla cute lesa o nei casi in cui il film idrolipidico sia compromesso! 

Ho scritto un articolo completo sull’idratazione e su come riparare e mantenere la barriera cutanea, dateci un occhiata 😉

Come utilizzarlo: routine

Una parola…lentamente! Spesso con gli esfolianti di tende ad avere una mentalità “di più è meglio”, quando invece è esattamente l’opposto. 

Meglio iniziare con concentrazioni più basse (0,5% – 1%) per un paio di volte a settimana e poi aumentare gradualmente concentrazione e frequenza. Il segreto è “ascoltare” la pelle e rallentare l’utilizzo se si notano segni di irritazione eccessiva (un po’ di secchezza e desquamazione, invece, sono assolutamente normali).

Personalmente applico una soluzione al 2% (la massima concentrazione per i prodotti cosmetici), solo nelle zone dove ho più congestione e oleosità, dopo aver lavato il viso e prima del siero/crema idratante. Se lo utilizzo al mattino non mi dimentico mai la protezione solare con SPF di 30 almeno (in realtà quella la uso a prescindere 😉 ). 

Preparatevi perché utilizzare un BHA può causare il temibile effetto purging, quello per il quale a causa dell’esfoliazione la pelle comincia a “buttare fuori” le imperfezioni che si trovavano sotto-pelle. Niente paura anche questo è normale e dovrebbe risolversi da solo in 4-6 settimane.

Alcuni prodotti a base di Acido Salicilico

– Cosrx – BHA Blackhead Power Liquid: delicato ma estremamente efficace, contiene una forma derivata di Acido Salicilico, il Betaine Salicylate. È particolarmente indicato per le pelli secche/sensibili o per chi non ha mai utilizzato un esfoliante, anche grazie al pantenolo e alla niacinamide che leniscono la pelle e riducono il rossore. 

– Paula’s Choice – Skin Perfecting 2% BHA Gel ExfoliantPaula Begoun è da anni la regina incontrastata degli esfolianti chimici e questo prodotto in particolare è un’icona. Un portento nel debellare brufoli, punti neri e oleosità della pelle, la formula in gel permette di applicarlo con precisione solo nelle aree congestionate (esiste anche la versione liquida/tonico, anche questa ottima). Contiene, inoltre, estratti di tè verde antiossidante e bisabololo con proprietà anti-infiammatorie.

– The Ordinary – Salicylic Acid 2% Solution: un altro prodotto con schiere di fan (infatti è da un mese che è finito su tutti i principali siti!) che apporta tutti i benefici dei BHA a un prezzo pazzesco! Io ho già prenotato il prossimo stock per almeno 6 mesi 😀 . Date un occhiata alla review dei migliori acidi di The Ordinary

– The Inkey List – Beta Hydroxy Acid: soluzione con 2% di Acido Salicilico e Zinco PCA per contrastare acne e pori ostruiti, contiene anche un derivato dell’acido ialuronico per migliorare l’idratazione cutanea. Anche questo per meno di due aperitivi

The Inkey List – Beta Hydroxy Acid – photo credit Cult Beauty

Anche per questo giro è tutto, se avete altri suggerimenti di prodotti a base di BHA sono tutta orecchi! Se vi interessano altri articoli di questo tipo, con il focus su un ingrediente, fatemelo sapere nei commenti e anche su quali principi attivi vi piacerebbe avere più info.

Alla prossima…Have fun!

Psss: i link ai prodotti sono già stati testati da me e i siti sono sicuri, convenienti e veloci nella spedizione 😉 

Altri post:

References:

2 pensieri su “Acido Salicilico – il miglior esfoliante contro brufoli e punti neri: proprietà, utilizzo e prodotti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.